Lombardia

  • La Basilica di San Vittore e il Battistero di Arsago Seprio

    La Basilica di San Vittore e il Battistero di Arsago Seprio

    Un antico sentiero congiungeva Milano al Lago Maggiore. Lì, dove le pendici prealpine del varesotto incominciavano a innalzarsi, e il calpestio si frammentava d’irta asperità, esso incontrava Arsago Seprio. Tale borgo del contado del Seprio era nel Medioevo di grande importanza giacché aveva ospitato una pieve sin dai primordi della diocesi di Sant’Ambrogio. In questo […]

  • L’Eremo di Santa Caterina del Sasso

    L’Eremo di Santa Caterina del Sasso

    Sulle sponde del Lago Maggiore si aggetta un’affascinante rupe a strapiombo, nota come Sasso Ballaro. Il declivio si adagia sulla roccia, divenendo nell’incedere sempre più lieve, lungo i suoi duecentosessantotto gradini. D’improvviso, come per un’estatica rivelazione, s’apre uno scorcio d’infinita bellezza. Il paesaggio è maestoso, e le montagne si specchiano sulle acque calme del lago […]

  • Lodi e i suoi simboli, l’eterna lotta tra il bene e il male

    Lodi e i suoi simboli, l’eterna lotta tra il bene e il male

    In via Incoronata a Lodi, nel Quattrocento chiamata contrada de’ Lomellini, vi era una casa di tolleranza. Ma il curioso fatto non consisteva nel già diffuso modo di erigere postriboli per diletto degli abbienti cittadini, bensì che a quelle prostitute immorali dirimpetto, su un muro portante che s’affaccia sulla strada, si trovasse una madonna incoronata […]

  • I Longobardi in Italia, un popolo di guerrieri barbuti

    I Longobardi in Italia, un popolo di guerrieri barbuti

    I Longobardi furono così chiamati [….] in un secondo momento a causa della lunghezza della barba mai toccata dal rasoio. Infatti nella loro lingua lang significa lunga e bart barba. Historia Langobardorum di Paolo Diacono, 1,9 Così Paolo Diacono, monaco e scrittore cristiano dell’VIII secolo, ci presenta fieramente il suo popolo: i Longobardi. Si tratta di una rappresentazione iconica, […]

  • Castelseprio, luogo d’arte e di potere

    Castelseprio, luogo d’arte e di potere

    Tra le verdi colline lombarde della valle Olona, circondate da querceti e castagni, ecco emergere vecchie rimanenze di un’antica civitas. L’area archeologica di Castelseprio appare sì lontana dal caos delle città da sembrar volgere le sue mura a un mondo incontaminato, arcadico. L’insediamento, stratificatosi lungo i secoli, racchiude l’omonimo castrum, il monastero di Torba e […]

  • Le tessere perdute di Pieve Terzagni

    Le tessere perdute di Pieve Terzagni

    Una leggera nebbia riflette ondivaghe figure e incerte proiezioni di luci ed ombre. La strada è deserta e solo il migrare di stormi d’uccelli, compatti come truppe d’assalto in movimento, interrompono la quiete della pianura. Non è una brutta giornata, ivi nella Bassa Padana, ma il freddo è pungente e l’umidità pare voler traversare le […]

  • I simbolismi escatologici del Duomo di Crema

    I simbolismi escatologici del Duomo di Crema

    La Cattedrale di Santa Maria Assunta si affaccia su una graziosa piazza nel centro storico di Crema. Essa è il fulcro urbano, vera anima storica dei travagliati trascorsi della città. La guelfa Crema, infatti, nel 1159 dovette subire un violento assedio da parte delle truppe imperiali di Federico Barbarossa, che la rasero quasi completamente al […]

  • Alla ricerca dei “Cromlech” di Golasecca

    Alla ricerca dei “Cromlech” di Golasecca

    La Necropoli di Monsorino sorge in un’area boschiva del Parco del Ticino, composta perlopiù di castagneti eleganti e fitti querceti, nei pressi di Golasecca. Vi si giunge percorrendo un sentiero incerto, a tratti selvaggio, che quasi pare un retaggio di evi primordiali, di epoche remote del peregrinare umano. Il bosco possiede qui i tratti di […]

  • La chiesa di San Pietro a Gemonio

    La chiesa di San Pietro a Gemonio

    La piccola chiesa di San Pietro a Gemonio fu fondata, secondo la tradizione popolare, nientemeno che dalla regina longobarda Teodolinda. Si narra, ancora, che Re Liutprando avrebbe poi donato l’edificio di culto ai monaci di San Pietro in Ciel d’Oro in Pavia. Si tratta di un epos consolidato, in questi luoghi del Varesotto – i […]

error: Eh no!