Italia del mistero

  • L’Eremo di Santa Caterina del Sasso

    L’Eremo di Santa Caterina del Sasso

    Sulle sponde del Lago Maggiore si aggetta un’affascinante rupe a strapiombo, nota come Sasso Ballaro. Il declivio si adagia sulla roccia, divenendo nell’incedere sempre più lieve, lungo i suoi duecentosessantotto gradini. D’improvviso, come per un’estatica rivelazione, s’apre uno scorcio d’infinita bellezza. Il paesaggio è maestoso, e le montagne si specchiano sulle acque calme del lago […]

  • La Via dei Monasteri Regi, Castell’Arquato e Vigoleno

    La Via dei Monasteri Regi, Castell’Arquato e Vigoleno

    Il pellegrinaggio, nel Medioevo, possedeva un’importanza fondamentale per la vita sociale dell’epoca. Non si trattava soltanto di un viaggio, di un lento procedere lungo la via, come potremmo intenderlo ai giorni nostri, ma esso rappresentava una vera missio, una particolare cornice di senso dell’esistenza. Il pellegrinaggio, attraverso un sacrificio concreto, permetteva di immedesimarsi nelle vicende […]

  • Il silenzio trascendente dell’abbazia di Fossanova

    Il silenzio trascendente dell’abbazia di Fossanova

    Se non l’eco soffuso di passi che timidi incedono tra le panche e gli inginocchiatoi, null’altro si ode tra le navate dell’Abbazia di Fossanova. Vi è un’atmosfera mistica e potente in questo luogo. Essa permea ogni essenza, trascendente ierofania che supera il limite della comprensione dell’umano. Non esiste parola, né gesto, né gemito che possa […]

  • Le statue stele della Lunigiana

    Le statue stele della Lunigiana

    Una figura antropomorfa, che pare riemersa da qualche anfratto d’una dimenticata e primitiva età dell’uomo, fissa i visitatori con un enigmatico sorriso arcaico. La statua litica, in arenaria, ha la testa di una curiosa forma, a cappello di gendarme, e si direbbe voler ciondolare da un momento all’altro se non fosse lì impalata da qualche […]

  • Lodi e i suoi simboli, l’eterna lotta tra il bene e il male

    Lodi e i suoi simboli, l’eterna lotta tra il bene e il male

    In via Incoronata a Lodi, nel Quattrocento chiamata contrada de’ Lomellini, vi era una casa di tolleranza. Ma il curioso fatto non consisteva nel già diffuso modo di erigere postriboli per diletto degli abbienti cittadini, bensì che a quelle prostitute immorali dirimpetto, su un muro portante che s’affaccia sulla strada, si trovasse una madonna incoronata […]

  • Il misterioso Cristo nel labirinto di Alatri

    Il misterioso Cristo nel labirinto di Alatri

    Alatri, 1997. Durante dei lavori di restauro, presso uno dei locali attigui al chiostro della chiesa di San Francesco, alcuni colori consunti dal tempo fanno capolino da una stretta intercapedine. Ben presto si rivela l’esistenza di un angusto cunicolo, ricavato da chissà chi nel corso della storia. La chiesa di San Francesco fu edificata a […]

  • La necropoli dei Monterozzi, un viaggio nell’oltretomba

    La necropoli dei Monterozzi, un viaggio nell’oltretomba

    Degli Etruschi, popolo dell’Italia antica tra il IX e il I secolo a.C., non conosceremmo quasi nulla se tali genti non avessero dato più importanza alla morte che alla vita. Persino nel momento in cui la loro potenza militare e culturale era al massimo splendore, nel VII-VI secolo a.C., essi edificavano tombe in pietra, destinate […]

  • Spoleto, i Longobardi e il senso del bello lungo i secoli

    Spoleto, i Longobardi e il senso del bello lungo i secoli

    Non è semplice trovare un luogo, una città ampia, che assume nella sua quasi interezza la valenza di complesso monumentale [1] come a Spoleto. Si vuole così intendere un sito di rilevanza storica, artistica, etnoantropologica che custodisce e conserva costruzioni di differenti epoche, le quali sono andate integrandosi mirabilmente tra loro. Succede sovente il contrario, […]

  • La Basilica di Collemaggio e l’eremita che divenne papa

    La Basilica di Collemaggio e l’eremita che divenne papa

    A lungo ho esitato ad entrare nella Basilica di Collemaggio all’Aquila. La sua facciata, come per un’ipnotica armonia, imprigionava la volontà innanzi ad essa. Che dire dei tre gotici rosoni circolari, di cui quello centrale, presso l’ordine superiore, sembra mimare la complessità dell’Universo intero? Il suo doppio giro di colonne e archetti, dodici sono quelli […]

error: Eh no!