Menu Chiudi

I misteri della Sardegna

Una Chiesa Templare in Sardegna?

 

Sebbene siano particolarmente significativi gli edifici religiosi di epoca paleocristiana in Sardegna, come la già citata San Giovanni in Sinis o l’importante Santa Maria Iscalas a Cossoine, non mancano straordinari esempi di architetture insolite.

 

Santa Maria Iscalas a Cossoine (SS) 

 

Santa Maria Iscalas a Cossoine (SS) 

 

Tra questi è impossibile non soffermarsi sulla cattedrale romanica di San Pietro di Sorres, situata a Borutta nel sassarese Meilogu. Le origini dell’edificio risalgono probabilmente al XII secolo, in particolare tra il 1171 e il 1178. 

 

Sardegna

San Pietro di Sorres

 

La Cattedrale, e particolarmente la facciata, è caratterizzata dall’alternanza bicroma delle pietre in basalto e arenaria, tipico del romanico toscano, stile al quale appartiene di diritto.  L’interno è costituito da tre navate con volte a crociera.

San Pietro di Sorres

 

Notevole è il pulpito, situato nella navata destra, di matrice gotica.

 

Il pulpito

 

L’acquasantiera

 

Una straordinaria particolarità legata alla cattedrale di San Pietro di Sorres è che essa potrebbe essere stata nientemeno che una chiesa appartenente all’Ordine del Tempio di Gerusalemme. Numerosi elementi stilistici dell’edificio sembrerebbero confermare questa ipotesi.

 

Una croce patente al centro

 

I Cavalieri Templari in Sardegna?

Ma come sarebbero arrivati i Cavalieri Templari… in Sardegna? Qualcuno ipotizza, come pure lo stile della Cattedrale suggerirebbe, che essi siano giunti, insieme ai Pisani, in difesa del Giudicato di Torres, che a quel tempo si trovava sotto l’attacco delle incursioni saracene. Addirittura è attestato che Gonario II, giudice di Torres, fosse amico di Bernardo di Chiaravalle, fondatore dei monaci Cistercensi e guida spirituale dei Templari. Giunto all’età di quarant’anni il sardo, convertitosi, si trasferì nell’abbazia di Clairvaux, dove morì da monaco. 

Proprio ad un monaco cistercense, Goffredo, già vescovo di Sorres, appartiene un sarcofago in pietra, situato all’inizio della navata sinistra. E’ interessante notare come su di esso campeggi una vistosa croce. Si tratta forse di una croce patente, tanto cara ai Cavalieri Templari?

 

Una croce patente al centro?

 

 Se tale ipotesi fosse confermata, essa rappresenterebbe un altro importante tassello per la comprensione della storia della Sardegna.

 

Samuele Corrente Naso

 

Post simili

error: Eh no!