L’antico simbolismo della Vesica Piscis

con Nessun commento

La Vesica Piscis, detta anche Mandorla, è un simbolo decorativo in uso in diverse culture dell’Europa, dell’Asia e del Medio Oriente. 

Graficamente è la porzione centrale di una figura ottenuta sovrapponendo due cerchi, sì che il centro di uno sia collocato sulla circonferenza dell’altro. Il nome deriva dalla particolare somiglianza del simbolo con la vescica natatoria dei pesci.

 

vesica piscis

Diffuso ampiamente nel Medioevo grazie agli ordini cavallereschi e monastici, assume una connotazione cristiana come figura dell’Ichthys. La Vesica Piscis ruotata di novanta gradi, infatti, è simile a un pesce.

 

vesica piscis

Nell’iconografia cristiana il pesce è simbolo di Cristo. Il passo del vangelo Lc 5,10 dice infatti: “Non temere; d’ora in poi sarai pescatore di uomini“.

Inoltre la stessa parola Ichthys (pesce in greco antico) veniva usata come acronimo di Iesùs CHristòs THeù HYiòs Sotèr (Gesù Cristo figlio di Dio Salvatore).

 

Un raffigurazione scultorea della Vesica Piscis sulla facciata della chiesa di San Francesco a San Gimignano (SI)

 

La raffigurazione della Vesica Piscis racchiude in sè due significati simbologici impliciti. Essa è il legame tra Dio e l’uomo (i due cerchi) che passa attraverso l’intermediazione di Cristo, ovvero l’Ichthys. Ciò nondimeno, la Vesica Piscis è anche una mandorla, vale a dire è un simbolo di vita e fertilità.

 

Samuele Corrente Naso

error: Eh no!